I PALERMITANI RACCONTANO PALERMO

itPalermo

ARTE DOVE ALLOGGIARE

Stanze al Genio, un tesoro di mattonelle

Stanze al Genio - Fonte Francesca Martorana

Casa Museo stanze al Genio - Fonte Francesca Martorana

La prima volta che sono andata alla Casa Museo Stanze al Genio è stato uno stupore continuo. Non ho quasi mai smesso di tenere la bocca aperta, sembravo una bambina davanti ad una nuova scoperta. Ed effettivamente è così. Passando da una stanza all’altra si affronta un viaggio che sa di ricordi ma anche di novità. Casa Museo, associazione culturale, B&B e molto di più. Il Museo delle Maioliche Stanze al Genio, un tesoro di mattonelle maiolicate dell’Ottocento e dei primi del Novecento, è testimonianza della cura e della pazienza di chi ha raccolto questi piccoli gioielli.

L’Associazione Culturale e la Casa Museo

Nel quartiere storico della Kalsa, all’interno di Palazzo Torre Pirajno (XVI-XVII secolo), si trova in un appartamento privato la Casa Museo Stanze al Genio. Il suo nome deriva dalla fontana del Genio, raffigurante un anziano incoronato e una serpe che si nutre al suo petto, sita a Piazza Rivoluzione. Quest’ultima è oggi uno dei punti di ritrovo della vita notturna e fulcro del Risorgimento palermitano. L’Associazione Culturale «Stanze al Genio» è stata fondata nel marzo 2008 dal collezionista Pio Mellina, da Antonio Perna, titolare dell’antica cancelleria omonima, e dal restauratore Davide Sansone. Successivamente si è unito l’organizzatore degli eventi e delle visite guidate alla Casa Museo Claudio Iannelli. Lo scopo era quello di rendere fruibile un patrimonio storico-culturale, acquisito da diversi collezionisti, attraverso mostre permanenti, eventi ed attività collaterali.

Statua del Genio

Statua della fontana del Genio di Palermo a Piazza Rivoluzione – Ph. Eleonora Di Trapani

Il B&B e le sale della Casa Museo

Al secondo piano del palazzo Torre Pirajno il B&B. Quattro camere da letto, spazi comuni arricchiti da mobili antichi siciliani, pavimenti antichi, affreschi stile liberty. Alle pareti, sui tavoli, tutto intorno all’ospite un tesoro di mattonelle. Mix tra casa e museo, il b&b Stanze al Genio è un luogo dove soggiornare, unico nel suo genere. Al piano inferiore le otto sale della Casa Museo, visitabili su prenotazione, sono state interamente restaurate. Tale intervento ha permesso di recuperare i decori originali, coperti da intonaco, e buona parte delle pavimentazioni d’epoca. Un tesoro di mattonelle maiolicate, principalmente siciliane e campane, realizzate tra il XV ed il XX secolo. Utilizzate come pavimenti e rivestimenti, sono inserite nei vari ambienti frequentati giornalmente dai proprietari. La collezione, con quasi 5000 pezzi esposti, suddivisi per epoca e per provenienza geografica, è una tra le più ricche aperte al pubblico in tutta Europa.

Stanze al Genio Fonte Francesca Martorana

Casa Museo Stanze al Genio – Fonte Francesca Martorana

Le collezioni minori

Stanze al Genio è un tesoro di mattonelle e non solo. Vi sono collezioni minori costituite da giocattoli antichi, scatole di latta, oggetti vintage e articoli di cancelleria d’epoca. Per i desiderosi di un ricordo, come me – di solito acquisto una matita o un segnalibro -, al bookshop si trovano magneti, quaderni e bloc-notes raffiguranti i decori delle mattonelle. Durante i quarantacinque minuti della visita, si rimane affascinati dai colori e dall’attenzione ai particolari, nulla è lasciato al caso. Il moderno si sposa perfettamente con l’antico e ogni elemento attrae l’attenzione. Sintesi mirabile dell’arte e della tradizione storica siciliana in cui si uniscono tecnica, artigianato e gusto. Burgio, Santo Stefano di Camastra, Mistretta, Caltagirone, Sciacca e Collesano sono testimonianza di questo tesoro.

Stanze al Genio, un tesoro di mattonelle ultima modifica: 2019-01-28T15:33:56+01:00 da Eleonora Di Trapani
To Top