Donna 'Amunì' e le figlie, Salotto letterario sotto lo sguardo del Genio - itPalermo

itPalermo

COSA FARE LUOGHI DI RITROVO STORIE

Donna ‘Amunì’ e le figlie, Salotto letterario sotto lo sguardo del Genio

donna amunì

Quattro sorelle e la loro mamma, la vera donna “Amunì”, storia della nascita di un brand e di un salotto letterario nel cuore del centro storico, sotto lo sguardo attento del Genio di Palermo. Anche se la mente dietro al progetto preferisce restare dietro le quinte, una delle sue figlie ci racconta come è nato tutto. Da un grande gesto d’amore tra noi sorelle– racconta, Rubina Vicari-. In particolare abbiamo preso spunto dai compleanni ravvicinati di due di noi e la voglia di festeggiarlo al meglio. Ecco che una delle mie sorelle creò delle magliette con dei disegni uguali per tutte  anche per quella che vive a Milano”.

donna amunì
Il Salotto Letterario nel cuore di Palermo. Foto fornite da Rubina Vicari

Lo scopo era riavvicinarsi alle proprie radici, poi quasi per gioco, nasce il brand “Amunì”. Le T-shirt basiche sono realizzate a mano, ci sono dettagli artigianali come la sabbia all’interno del taschino o il sale di Sicilia. Dico sempre non è una semplice maglietta che si acquista ma un pezzettino dell’Isola. Poi siamo arrivati a creare anche accessori, tutto quello che può rientrare nel mood del territorio”.

Il progetto del Salotto Letterario di donna “Amunì”

La voglia di non fermarsi, l’unione di queste donne e un tocco di “sana follia” le hanno portate a mettere in piedi il Salotto Letterario che ricorda la Sicilia ma che allo stesso tempo ricorda un angolo della propria casa. E a piccoli passi tutto ha preso forma partendo dalla scelta della location che, racconta Rubina Vicari, è stata una scelta del destino. “Mia mamma ricordo che passò da qui e notò l’affittasi che era stato messo un’ora prima. Credo che sia stato il Salotto a scegliere noi”.

E anche i gestori degli altri locali, la zona ormai da anni è il centro della movida, e il “vicinato” hanno ben accolto l’arrivo di questa nuova attività. In questo angolo di Palermo gli avventori potranno intrattenersi ascoltando musica e degustando vini siciliani e locali così come assaggiando del cibo cucinato con ingredienti nostrani. Tante scelte racconta Rubina Virari per accontentare i palermitani ma anche i turisti data la nostra posizione. “Si potranno mangiare anche a pranzo degli ottimi panini, una parmigiana ma anche la pasta con le sarde oppure i salumi pregiati dei Nebrodi e delle Madonie. Tra poco inizieremo le colazioni ( sia dolci che salate)“.

E086e352 2e8d 4413 A095 Bd6f53500ed6 2

Il Salotto che già in occasione del Festino per poi entrare a pieno regime a settembre è pronto ad accogliere tantissimi eventi e tante persone. “La nostra clientela in genere è di età medio-alta anche se devo dire in qualche weekend abbiamo avuto anche ragazzi dai 20 ai 25 anni incuriositi dalla nostra location. Chi avrà modo di venire non potrà fare a meno di notare la ricerca di qualità di ciò che offriamo anche un arredamento particolare che ricordi anche il romanzo del Gattopardo. Ci piace pensare che si questo salotto dev’essere un luogo fornito di ogni confort”.

Poi chissà che da questo angolo di Palermo l’entusiasmo di queste donne possa varcare anche i confini siciliani come sottovoce ci racconta Rubina Vicari. Ci piacerebbe aprire la stessa location anche a Milano. E’ una grande scommessa e non sarà sicuramente nell’immediato ma sognare non costa nulla e poi mai dire mai…”.

Donna ‘Amunì’ e le figlie, Salotto letterario sotto lo sguardo del Genio ultima modifica: 2021-06-24T09:01:00+02:00 da Ambra Drago

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Gracias por tu nota.

To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x