itPalermo

COSA FARE NATURA TRADIZIONI

Vendemmia, “Il 2021 una buona annata per un vino di qualità”

Tenuta Pianetto

Il vino e la vendemmia da sempre raccontano una Sicilia legata alle tradizioni e che esprime il suo lato estremamente produttivo. E a livello complessivo nell’Isola è un’annata soddisfacente nonostante la pandemia e le difficoltà economiche. Coldiretti Sicilia ha infatti stimato una produzione che andrà oltre i 4,50 milioni di ettolitri dell’annata 2020.

Il vino simbolo di rinascita e riscatto dalla pandemia

Nell’Isola  si va sempre più verso una produzione sostenibile e biologica ma soprattutto il vino si conferma il miglior viatico dell’agricoltura regionale dove gli imprenditori agricoli ,anche giovani, incrementano un sistema che vede già una superficie vitata di oltre 98 mila  ettari.  “Germania prima di tutto ma in generale ovunque nel  mondo si apprezza sempre di più il nostro vino – racconta Francesco Ferreri, presidente Coldiretti Sicilia . Anche durante la pandemia  siamo riusciti a mantenere un export adeguato con una leggerissima flessione. Oggi – aggiunge – nel  riscatto post pandemico non manca mai una buona bottiglia a tavola come simbolo di rinascita. Bisogna proseguire su questa strada – conclude il presidente – con un brand “Sicilia” che è sempre più allettante, simbolo di competenza e qualità” .

E girando per i tanti ettari coltivati nell’Isola incontri l’azienda Baglio di Pianetto di Santa Cristina Gela di Palermo  in grado di unire l’amore del territorio con un’eleganza tutta francese.

Vendemmia, storia dell’azienda “Baglio di Pianetto”

Da vent’anni il Conte Paolo Marzotto  (fondatore e scomparso qualche anno fa) ha voluto consolidare questo rapporto, in un’azienda di recente costituzione, che non ha nulla da invidiare ad altre realtà. Una visione, quella del Conte che ha voluto tendere sempre all’eccellenza assoluta del suo vino nel rispetto della sostenibilità, racconta Francesco Tiralongo, amministratore delegato di Baglio di Pianetto.

La cantina in verticale punto di forza dell’azienda  

La tenuta sorge a 650 metri di altezza e permette la coltivazione di una varietà di vitigni storici siciliani: dal Merlot al Cabernet Sauvignon ma anche Grillo e Catarratto. Punto di volta è la cantina che si sviluppa in verticale. Le uve raccolte vengono portate nella parte più alta, a 38 metri, poi ci sono le presse e nella parte più bassa le barricaie in grado di mantenere l’umidità e la temperatura costante per un giovane vino che viene accompagnato ad una maturazione più profonda. 

Barricaia
Cantina Tenuta Baglio di Pianetto- Foto fornita dall’azienda

I produttori impegnati nella sostenibilità e nella cura del territorio 

 Attorno alla struttura  in particolare della Tenuta, c’è una camera d’aria che la separa dalla montagna. Un assetto ottimo dal punto di vista climatico per arrivare a un prodotto finale, imbottigliato di ottima qualità. Inoltre tutte le acque che arrivano dalla montagna confluiscono in un lago artificiale, sottolinea Tiralongo. Vengono usate per le irrigazioni dei vigneti in caso di emergenza “e a volte la mettiamo a disposizione anche dalla Protezione Civile Regionale – aggiunge-. Soprattutto in estate quando si sviluppano numerosi incendi. Punta di diamante dell’azienda è l’Insolia, una varietà presente sul territorio e da sempre ricercata. Mentre per quanto riguarda le novità, uno degli ultimi vitigni introdotti (sulla collezione Monovarietali) è il Grillo. 

Agosto e settembre mesi canonici della vendemmia

E  agosto e settembre sono i mesi canonici della vendemmia. “Abbiamo iniziato i primi di agosto-continua Francesco Tiralongo- e al momento stiamo iniziando a raccogliere l’Insolia, mentre il Grillo tradizionalmente conclude la vendemmia. Siamo a metà del Merlot e abbiamo iniziato a Noto il Nero D’Avola. Successivamente gli ultimi a essere raccolti saranno i vitigni del Cabernet. Cerchiamo di curare al massimo tutto, utilizzando la vendemmiatrice solo su alcune varietà dei monovarietali”. 

Dsc 9439
Momenti della Vendemmia nella Tenuta di Pianetto- Foto fornita dall’azienda

Vendemmia, si punta su una produzione biologica e sostenibile 

L’azienda è da sempre all’avanguardia. E’ dotata di un impianto fotovoltaico notevole e poi un impianto di recupero acque utilizzabile nei momenti di difficoltà. E poi tanta attenzione per il biologico. “Tutta l’azienda ha sposato il biologico- racconta l’Amministratore delegato- l’unica difesa fitosanitaria possibile tra l’altro in questo regime, è l’utilizzo dello zolfo e del rame. Ma davvero il loro impiego è stato bassissimo e ci ha permesso di raggiungere una qualità della vendemmia buona rispetto alla media. Inoltre devo dire che anche i territori confinanti sono attenti al biologico, ciò evita la contaminazione del vitigno, abbiamo rispettato tutti i parametri. Posso tranquillamente dire una buona vendemmia 2021 e perfetta dal punto di vista sanitario per la qualità del prodotto”. 

Un’azienda con una cantina sovradimensionata, un prodotto finale di qualità e un prezzo ragionevole che come ha sottolineato l’amministratore delegato senza peccare di superbia meriterebbe di più. Ecco che l’amministratore delegato, toscano di nascita e siciliano di adozione  (ha lavorato in altre aziende del territorio) ha sposato il progetto “Baglio di Pianetto” rafforzando il settore marketing con la voglia di far conoscere sempre di più le etichette di questa azienda. 

Passione, impegno e amore per il vino

“Metà del fatturato è sviluppato in Sicilia spiega – l’amministratore delegato-poi il 20 per cento nel resto d’Italia e il 30 per cento è realizzato all’estero”. Ecco che marketing e comunicazioni diventano fondamentali per conquistare notorietà e fette di mercato. “Questa azienda ha davvero tanto da raccontare e chiunque viene a trovarci sia un cliente o un ristoratore- conclude l’amministratore delegato- rimane colpito dalla nostra cura e dalla qualità del prodotto. Passione, impegno e amore è quello mostrato da tutti coloro che ci lavorano, una trentina di persone che ovviamente nel periodo della vendemmia aumentano. Una struttura sana e attenta ai temi della sostenibilità”. Non solo vino, o produzione di olio (nella Tenuta di Pianetto e a Noto) ma anche possibilità di trascorrere nel silenzio alcuni giorni di vacanza o un semplice week-end.

Nell’azienda dove è possibile effettuare visite e degustazioni si trova anche un Agrirelais. La dimora di campagna è nata dall’amore del Conte Marzotto e di sua moglie Florence per il territorio e per la Tenuta. Nella struttura vi sono grandi saloni e camere da lettura. Le camere da letto, arredate con cura e disponibili in varie tipologie, portano il nome di uno dei vini del Baglio di Pianetto. Quest’anno la struttura ha aperto a maggio e potrà ospitare i clienti sino al mese di ottobre. Un luogo immerso nella natura dove poter ammirare la bellezza dei vigneti e del verde circostante vivendo assoluti momenti di relax. 

Vendemmia, “Il 2021 una buona annata per un vino di qualità” ultima modifica: 2021-09-17T09:00:00+02:00 da Ambra Drago

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Bellissimo!

Naomi Haider

Ciao cara .
Spero che tu stia andando alla grande, mi chiamo Naomi Haider, ho qualcosa di segretamente importante da condividere con te, che costruirà una buona amicizia con te e io, per ulteriori informazioni su ciò di cui voglio discutere con te, rispondimi alla mia email perché Difficilmente vengo online qui, è molto importante che tu mi risponda alla mia e-mail da lì ti spiegherò in modo più dettagliato con le mie foto. Grazie. ([email protected] )

Naomi Hiader

Ciao cara .
È un piacere incontrarti qui, la mia è Naomi, vorrei che diventassimo una buona amica, per conoscermi meglio, rispondimi gentilmente con la mia email qui sotto, lì ti manderò le mie foto e ti dirò cose importanti su di me , aspetto presto una tua risposta . [email protected]

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x