itPalermo

ASSOCIAZIONI MEMORIA SCUOLA

“Tricolore vivo”, studenti premiati a Villa Pajno

Cerimonia "Tricolore vivo" a Villa Pajno

Il Tricolore, la Costituzione e l’Inno sono stati questi gli ingredienti della cerimonia di presentazione e promozione della XVI Edizione del Concorso Nazionale “Tricolore Vivo”, organizzata dalla prefettura di Palermo in collaborazione con l’Associazione Italiana Genitori Regione Sicilia. Un evento che prepara alla giornata del 17 marzo. Dal  2012, in questo giorno si celebra infatti la Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera come ha ricordato il prefetto Forlani.

Villa Pajno ospita la XV edizione del Concorso Nazionale “Tricolore Vivo”

Un’occasione importante per i tanti bambini e ragazzi delle diverse scuole di ogni ordine e grado di conoscere la residenza del prefetto e poter partecipare a una giornata di festa dedicata al Tricolore ma anche alla carta costituzionale. “Siamo contenti di ospitare questo premio- racconta il prefetto Forlani- ma vuole anche essere l’occasione per promuovere qualcos’altro. Noi vogliamo infatti sollecitare le scuole palermitane a partecipare alla ricorrenza anche di giorno 17 marzo con delle proprie iniziative proprio su questi temi fondamentali.

Una manifestazione che è stata fortemente voluta dalla associazione Italiana Genitori Regione Sicilia.

L’associazione ormai è da venticinque anni che è presente sul territorio e da circa diciassette anni porta avanti il concorso nazionale tricolore. 

L’ Associazione Italiana Genitori Regione Sicilia e il concorso “Tricolore Vivo”

“E’ un concorso valoriale – racconta Sebastiano Maggio- presidente   della Associazione Italiana Genitori Regione Sicilia  -che porta avanti il Tricolore, la sua storia e i principi della costituzione in diversi ambienti come appunto la scuola”. 

E’ un concorso nazionale che coinvolge diversi istituti italiani . “ Qui a Palermo premieremo gli istituti vincitori della XV edizione e parleremo ovviamente delle iniziative per l’edizione successiva e per la giornata del 17 marzo dove ci saranno delle belle sorprese. E questo premio in generale testimonia come anche nel mondo della scuola ci sia una vicinanza a determinati valori “.

E a proposito di bandiera, un momento che si ripete da diversi anni e da un forte valore simbolico è  la staffetta ad un altro istituto scolastico che avrà il compito di custodirla sino all’edizione successiva.

La bandiera donata dall’Esercito da Marsala all’istituto di Camporeale

Un passaggio dall’alto valore simbolico quello che è avvenuto all’interno di villa Pajno. Ila bandiera donata dall’Esercito Legione Sicilia per l’occasione rappresentato dal generale Maurizio Angelo  Scardino, custodita dall’istituto Pasquasino di Marsala per due anni (causa pandemia) è stato donata alla scuola di Camporeale alla presenza della dirigente scolastica Roccamatisi e del sindaco della città.

Img20211005105531
Il generale della Legione Sicilia, Scardino consegna la bandiera alla dirigente della scuola di Camporeale-Foto di Ambra Drago

Le scuole vincitrici 

Alla giornata hanno partecipato gli altri istituti vincitori come  la Scuola Militare “Nunziatella”; l’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro” di Agrigento; la Scuola Media Statale “A. Inveges” di Sciacca. E poi ancora la Scuola Primaria “Monserrato” di Comiso,  Scuola dell’infanzia Paritaria “Mam’s Club” di Palermo e l’Istituto Comprensivo “G.A. De Cosmi” di Casteltermini.

Tra le vincitrici, l’Istituto Comprensivo De Cosmi di Casteltermini

Carlotta Caldarone  e Davide Bisconti in rappresentanza delle loro classi e della scuola hanno ritirato il premio. “Abbiamo lavorato molto e in maniera minuziosa racconta la professoressa Liboria Termini- è stato davvero un percorso entusiasmante”. Ad accompagnare gli alunni anche la dirigente scolastica Graziella Parello. 

Cerimonia "Tricolore Vivo" premiata la scuola De Cosmi di Casteltermini
Momento della premiazione dell’I.C. “G.A. De Cosmi” di Casteltermini-Foto di Ambra Drago

L’orgoglio di essere italiani

Abbiamo partecipato con molto entusiasmo a questa iniziativa-racconta Carlotta Caldaroni- alunna della IB della scuola secondaria di primo grado De Cosmi – in realtà il nostro obiettivo era imparare e stare insieme, non per forza vincere. Con le altre classi abbiamo cantato l’Inno e poi abbiamo preparato una recita dove dovevamo rappresentare la famiglia e la differenza tra quella “antica” e la sua evoluzione. Non ci aspettavamo di vincere, per noi è stata una bella sorpresa”. 

Uno stupore accompagnato dalla bellezza di sentirsi italiani.

”La bandiera che sventola mi fa sentire un forte senso di libertà. E poi questi tre colori- conclude Carlotta Caldaroni- rappresentano la mia nazione dove sono felice di vivere”. 

Il Tricolore regala un senso di libertà

Ecco che la bandiera italiana non rappresenta solo la nostra Nazione nelle competizioni sportive ma regala sensazioni forti come racconta Davide Bisconti alunno della IIIA della scuola primaria: 

“ Anche a me regala una sensazione di libertà. Abbiamo creato anche noi per questo concorso la bandiera italiana, abbiamo imparato a memoria l’Inno e mi sento davvero molto orgoglioso di essere italiano”. 

Una giornata di festa che ha visto anche l’esibizione musicale dei giovani studenti dell’Istituto Comprensivo “Rosario Livatino” di Ficarazzi e della Scuola Secondaria di primo grado “Pietro Palumbo” di Villabate.

“Tricolore vivo”, studenti premiati a Villa Pajno ultima modifica: 2021-10-08T18:32:02+02:00 da Ambra Drago

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

👏

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x