I PALERMITANI RACCONTANO PALERMO

itPalermo

COMITATI ITALIANI.IT ITINERARI NEWS

Nemmeno la pandemia ha fermato l’amore di Palermo per il Fiume Oreto

038f24c4 7a15 4bfd Ad85 5065536984a7

Nonostante la pandemia, le iniziative finalizzate all’attuazione del progetto (o meglio dei progetti) per la riqualifica del fiume Oreto non si sono arrestate: l’amore di Palermo per il suo Fiume non si ferma.

Ce lo ricordiamo il fiume Oreto? Dove eravamo rimasti? Giusto l’anno scorso in questo periodo, proprio su questa testata, la nostra Eleonora Di Trapani scriveva “Il legame affettivo tra il fiume Oreto e Palermo”. Ci rappresentava quanto il fiume sia legato alla nostra identità e alla nostra memoria. Eppure lo abbiamo lasciato nel degrado e nell’abbandono per decenni. Ma è sempre rimasto nei pensieri e nei cuori dei Palermitani. Ne “Il fiume Oreto dopo «I Luoghi del cuore»”, la Nostra sottolineava l’impegno profuso da cittadini e associazioni per promuovere la riqualifica dell’intero ambiente fluviale. Oggi apprendiamo che, nonostante la pandemia, il lockdown dell’intero Paese, le iniziative per l’attuazione del progetto (o meglio dei progetti) non si sono arrestate. Di questo vogliamo dare notizia, e per rassicurare i più scettici di noi che il Fiume Oreto sta già tornando al suo antico splendore.

L’amore di Palermo per il Fiume Oreto, da 2 anni a questa parte

Nel 2018, un video, del documentarista Igor D’India, sul recupero del fiume palermitano diviene virale. Si innesca, allora, la mobilitazione della cittadinanza. Si riesce a candidare il l’Oreto al censimento I Luoghi del cuore 2018 del Fondo Ambiente Italiano (FAI). Diviene evidente il desiderio dei cittadini di dare nuova vita al Fiume. Il 6 febbraio 2019, gli esiti del censimento riconoscono all’Oreto il secondo posto in classifica generale (con 83.138 voti), il primo fra i siti d’acqua e nella classifica web. Proprio ieri, il Consigliere Paolo Caracausi, Presidente della Terza Commissione Ambiente del Consiglio Comunale di Palermo, ha insediato una riunione sullo stato di avanzamento delle attività. È stata l’occasione, anche, per proseguire e rinnovare il confronto con le Associazioni del Comitato Promotore per il Contratto di fiume (CDF), con il Capo Delegazione FAI Palermo, e con il “primo fautore” Igor D’India. Qui il video completo della seduta.

I punti salienti

I fondi FAI sono disponibili, ma è necessario un più stretto coordinamento con i Comuni e la Regione. Per questo si è inteso cambiare passo nella programmazione degli incontri propedeutici all’utilizzo dei fondi e si sono presentati i progetti elaborati dai tecnici del Comitato per il CDF. È stata recepita la disponibilità dei comuni di Altofonte e Monreale e dell’Assessore Giusto Catania del Comune di Palermo. Nella stessa direzione va letta la conferma, da parte dell’Assessore Cordaro, dell’incontro indetto con i Sindaci per il prossimo venerdì mattina. Il settore tecnico del Comune di Palermo, conferma, inoltre, che si sta lavorando al progetto esecutivo, già finanziabile per 6. 812.000,00 euro, con fondi PO-FESR 2014-2020. Il Comune di Palermo sta, inoltre, lavorando alla presentazione di un progetto per il recupero della foce.

“La pandemia non ci ha fermato: Riparte l’Oreto”

Così leggiamo, sulla pagina Facebook del comitato Salviamo L’Oreto, in sintesi le novità emerse nel corso dell’incontro di ieri. Il progetto presentato lo scorso 29 Gennaio, dagli architetti Giuseppe Castellese e Rosario Favitta a valere dei fondi FAI, ha già ottenuto positivi riscontri dalle amministrazioni comunali coinvolte.

Tutti al lavoro per amore dell’Oreto

Il prossimo venerdì, l’Assessore Regionale all’Ambiente Totò Cordaro ha indetto una riunione con i Sindaci di Altofonte, Monreale, Palermo, con l’Autorità di Bacino e i rappresentanti del FAI. In quella sede, il progetto sarà oggetto di approvazione. Rispetto ai fondi PO FESR 6.5, gli architetti del Comune di Palermo, Giovanni Sarta e Giuseppina Liuzzo stanno curando già la fase esecutiva del Progetto di riqualifica dell’area tra la foce e il Ponte Corleone. Un ulteriore progetto è in via di elaborazione per rispondere ad un bando in scadenza a giugno. Anche questo interesserà pure la foce del fiume. Riparte, in fine, anche l’attività del Comitato Promotore per il contratto di Fiume Oreto . Un’estemporanea d’arte, che interesserà la foce, la zona del Fiumelato e il fiume Sant’Elia, coinvolgerà pittori, disegnatori, fotografi, poeti e musicisti. I dettagli alla pagina Facebook Oreto D’Arte.

Ringraziamo gli “Innamorati del Fiume”

Siamo più che felici di apprendere che neppure la pandemia abbia fermato l’amore per l’Oreto. E non possiamo esimerci dal ringraziare, innanzitutto gli 83.138 sostenitori, che hanno sottoscritto il censimento, e, ovviamente gli stakeholders istituzionali e i rappresentanti del FAI. Un grazie speciale, va anche, alle Associazioni aderenti al CDF.

Solo un ultimo cenno per…

Solo un ultimo cenno per unirci all’istanza, avanzata unanimemente dal comitato delle associazioni, nel sollecitare l’indicazione di tempistiche e step esecutivi dettagliati, quanto meno rispetto ai primi interventi. Tutti noi non vediamo l’ora di vedere i risultati immediatamente tangibili dell’impegno profuso dalla cittadinanza, dalle Associazioni, dai Comitati e dagli stakeholder istituzionali. E per riconoscere loro quanto fortemente hanno sostenuto, promosso e implementato tutte le complesse attività necessarie alla realizzazione del sogno di un Fiume Oreto, pulito, riqualificato, fruibile e accessibile.

Nemmeno la pandemia ha fermato l’amore di Palermo per il Fiume Oreto ultima modifica: 2020-05-16T11:13:57+02:00 da Valentina Bucchieri
To Top