I PALERMITANI RACCONTANO PALERMO

itPalermo

NEWS

Mascherina obbligatoria e divieto di assembramento in Sicilia, ed è quasi lockdown

26 Covid

Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha firmato ieri l’ultima ordinanza in fatto di prevenzione. Dopo l’aumento di nuovi casi positivi di coronavirus in Sicilia come nel resto d’Italia. La Campania è arrivata a essere tra le regioni con più positivi riscontrati nell’ultima settimana. La situazione ha richiesto il ritorno a misure più restrittive e contenitive atte a distanziare maggiormente le persone, nel rispetto della libertà di circolazione. Mascherina obbligatoria e assembramenti vietati su tutti.

Gli articoli dell’ordinanza

L’utilizzo della mascherina come e più di prima

L’articolo 1 a proposito di “uso obbligatorio della mascherina”. Si legge che «È obbligo di ogni cittadino, al di sopra dei 6 anni, di tenere sempre la mascherina nella propria disponibilità, quando si è fuori casa. Nei luoghi aperti al pubblico la mascherina deve essere indossata se si è nel contesto di presenze di più soggetti. Si è dispensati solo quando ci si trova tra congiunti o conviventi». Inoltre «sono esclusi dall’obbligo di utilizzo della mascherina in modo continuativo coloro che svolgono attività motoria intensa».

Il controllo di chi arriva da fuori la Sicilia

L’articolo 2 si riferisce alle “misure di prevenzione per soggetti provenienti da nazioni diverse dall’Italia”. «Chiunque entri nel territorio della Regione provenendo da Stati UE e/o extra UE ha l’obbligo di registrarsi sul sito www.siciliacoronavirus.it. I cittadini residenti in Sicilia adempieranno a tale obbligo sia mediante la registrazione sul sito sia dandone pronta comunicazione al proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta».

Aeroporto Di Palermo Punta Raisi Ingresso

Inoltre si legge nell’ordinanza, al secondo articolo, che «le Aziende Sanitarie Provinciali competenti territorialmente provvedono alla sottoscrizione di un Protocollo con le Società di gestione degli aeroporti, le Autorità portuali, i gestori del trasporto, di concerto con l’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, al fine di sottoporre al c.d. tampone rapido ovvero ad altri mezzi di indagine diagnostica, validati dall’Istituto Superiore di Sanità, i soggetti provenienti dai Paesi esteri».

Il controllo costante del personale sanitario

All’articolo 3 su “ulteriori misure di prevenzione sul personale sanitario e sui pazienti fragili” si legge che «le Aziende del sistema sanitario regionale provvedono a svolgere controlli periodici sul personale, mediante tampone c.d. rapido ovvero con altro mezzo di indagine diagnostica». Inoltre «al medesimo controllo periodico sono sottoposti gli ospiti delle strutture socio-sanitarie e i c.d. soggetti fragili».

Assembramenti vietati, si ritorna alla situazione di maggio

L’articolo 4, forse quello meno citato sui giornali, paradossalmente, sulle “misure di contenimento e divieti di assembramento”. Qui infatti si afferma un principio che conosciamo bene. «È fatto divieto di assembramento mediante il prolungato stazionamento nei luoghi pubblici o aperti al pubblico quali, a titolo esemplificativo, le strade, le piazze e i parchi. Sono escluse le sole occasioni di iniziative pubbliche previste dalla legge e/o comunicate all’Autorità di pubblica sicurezza, per le quali l’organizzatore è comunque responsabile dell’assoluto rispetto delle norme comportamentali per la prevenzione dal rischio di contagio». Il testo completo dell’ordinanza qui.

Niente panico e su la mascherina!

L’ordinanza avrà efficacia a partire dal 30 settembre 2020 e fino al 30 ottobre 2020 compreso. Basta sottovalutare il fenomeno di portata mondiale! Multe salate ai trasgressori e un controllo massiccio delle disposizioni presenti nel documento. Saranno questi ulteriori strumenti per “suggerire” alle persone di mantenere un comportamento consono alla situazione emergenziale. La pandemia di Covid-19 è attualmente in corso e, ricordiamo, ha superato il milione di morti nel mondo, in soli 6 mesi di sviluppo.

Mascherina obbligatoria e divieto di assembramento in Sicilia, ed è quasi lockdown ultima modifica: 2020-09-28T12:35:59+02:00 da Daniele Monteleone
To Top