CONSIGLI UTILI COSA FACCIAMO

L’estate di Villa Filippina: cultura, cibo, scienza e intrattenimento per bimbi

estte di villa filippina

Sono lontani i tempi in cui luglio e agosto svuotavano Palermo di persone e attrattive. Le modifiche alle abitudini di vita e ai ritmi di lavoro trattengono molti Palermitani in città, in una sorta di non concordato avvicendamento. Aggiungiamo, inoltre, l’ormai costante flusso turistico che attraversa la città in ogni stagione e il risultato è chiaro: la Palermo estiva è certamente meno affollata, ma ugualmente affamata di eventi. Ecco perché la stagione estiva palermitana di intrattenimento presenta un cartellone anno dopo anno più ricco e vario. Oggi vogliamo presentarvi la serie di iniziative proposte da uno dei gioielli urbani più affascinanti: l’estate di Villa Filippina!

La Villa del settecento

Villa Filippina appare come gioiello segreto, inglobato com’è nella cinta di altri edifici. Dirimpettaia di una delle maggiori chiese di Palermo San Francesco di Paola – si affaccia timidamente sulla piazza omonima. Varcato il suo ingresso, però, si offre allo sguardo con l’ampiezza del suo fascino. Un ampio giardino di alberi secolari, dove il respiro si purifica, abbracciato su tre lati da lunghi portici – custodi degli affreschi del maestro del rococò Vito D’Anna. Circondata da palazzoni di anonima edilizia del XX secolo, sembra essere stata poggiata lì da mano bizzarra. In realtà, ovviamente, la sua edificazione è ben precedente e risale al 1755, quando don Angelo Serio – dei Padri Filippini – la volle per offrire ai ragazzi dell’oratorio un luogo che fungesse da scuola ma anche da spazio di aggregazione e socializzazione. Una nascita, dunque, sotto il segno dell’intrattenimento culturale e formativo, che vive intatto oggi – nella storia moderna della Villa.

estate di villa filippina

Villa Filippina fra cultura e gioco ph ©Patrizia Grotta

Ad accoglierci, nella nostra visita, diversi padroni di casa – alcuni davvero travolgenti. Il primo è il silenzio rigenerante che accarezza le orecchie e tempera la mente dal traffico del centro città. Anche solo per questo consigliamo una visita d’estate a Villa Filippina. Con una precisazione: sebbene ad ingresso libero, è una struttura privata, con un proprio regolamento e propri orari di apertura. A spiegarcelo è un altro dei padroni di casa che ci accoglie, Gjin Schirò, addetto stampa di Urania, associazione di cultura, scienza e spettacolo. Il rapporto fra Villa Filippina e Urania inizia nel 2011, quando il Presidente – Marcello Barrale – e i soci prendono in cura lo spazio e lo riportano alla luce come sede del Planetario e del Museo Astronomico. All’attività scientifica, si affianca subito l’intrattenimento dei giovani – secondo lo spirito originario dei padri Filippini. E oggi, dicevamo, il Cartellone della Villa offre anche un interessante programma d’intrattenimento.

Cultura e spettacolo nell’estate di Villa Filippina

Tre i punti di forza dell’estate di Villa Filippina: il Teatro-Arena, le Notti del Monsù e le attività del Planetario. Per iniziare, ecco alcune informazioni utili: i biglietti per gli eventi sono disponibili presso la biglietteria di Villa Filippina, aperta dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21/21:30. I cancelli della struttura aprono alle ore 19:00 con possibilità di aperitivo e cena all’interno dell’area ristoro Monsù Villa Filippina.

Il Teatro Arena

Il Teatro Arena, con la direzione artistica di Agave Spettacoli, propone la rassegna di Cabaret Comic Ridens, i cui prossimi appuntamenti vedono Giobbe Covatta (9 agosto) e Toti e Totino (30 agosto). Momento particolarmente attraente promette di essere la I Edizione del “Fish Folk Festival – I Venti dell’accoglienza”, evento culturale e gastronomico, in programma dal 5 all’8 Settembre. Animatori della rassegna saranno Le Matrioske, Francesca Incudine, Jerusa Barros e i Sansoni. Oggetto di vera celebrazione, però, saranno sicuramente la cultura siciliana nelle sue varie sfumature e i piatti tipici della cultura mediterranea, Cous Cous su tutti. In collaborazione con il teatro Savio, invece, la “Compagnia delle fiabe” proporrà – giovedì 25 luglio Il libro della Giungla. Tenete d’occhio sito e pagine social di Villa Filippina, poiché il programma è destinato ad arricchirsi ancora!

estate di villa filippina: il teatro arena

Il Teatro Arena di Villa Filippina ph ©Patrizia Grotta

Le Notti del Monsù

Le Notti del Monsù – una sorta di Ridotto dell’Arena inaugurato quest’anno – offrono, oltre il piacevole ristoro enogastronomico, una rassegna settimanale di concerti tra jazz, etnico, pop. Curiosità per chi – come noi – se lo chiedesse: Monsù deriva dal francese Monsieur ed era appellativo per celebri abili cuochi che univano la tradizione culinaria francese a quella del Sud Italia. Nome suggestivo per uno spazio urbano che si propone di offrire agli avventori soddisfazione del palato come anche dello spirito.

estate di villa filippina: il Monsù

L’area ristoro del Monsù ph ©Patrizia Grotta

Tra luna e stelle

Il programma estivo del Planetario, infine, vi immergerà nel cuore dell’astronomia. Il 20 luglio è stato infatti dedicato a “Palermo sulla Luna, 50 anni dopo”, nell’anniversario dell’allunaggio di Armstrong e gli altri. Osservazioni astronomiche, mostre, installazioni e live show allieteranno i convenuti. Su tutte, la speciale opportunità di salire a bordo della riproduzione in scala del LEM, il modulo lunare che portò i primi uomini sulla luna. Sabato 10 agosto, invece, sarà tempo di stelle cadenti nella “Notte di San Lorenzo”. In questa occasione, infatti, si avrà la possibilità di osservare tramite telescopio lo sciame delle Perseidi. E potrete farlo da una postazione altamente suggestiva: le terrazze monumentali della Villa. L’ingresso alla villa è gratuito, mentre il costo per le attività del 4 agosto è di 3€. (Per info e prenotazioni, contattate il 328 366 9549).

estate di villa filippina: modello di LEM

Villa Filippina chiama LEM ph ©Patrizia Grotta

I Piccinini di Villa Filippina

Che la Villa sia stata voluta dai padri Filippini per aggregare ed intrattenere i giovani è evidente anche oggi – come dicevamo. Per questo una gran fetta delle attività dell’estate di Villa Filippina è dedicata ai bambini. E che lo sia, si vede subito! Un grande angolo del giardino, fra pini secolari e portici del XVIII secolo, ospita i colori e le forme accattivanti di giochi, minigolf e piscina. Sotto uno dei meglio conservati affreschi di Vito D’Anna, si apre l’ingresso alla sala dedicata ai Piccinini che ogni giorno entrano nel Mondo di Caramella. Fino al 27 luglio, infatti, vedrete bambini passare dai giochi in piscina, ai laboratori di bolle di sapone e di slime, alle attività scientifiche dentro il planetario.

estate di Villa Filippina: l'intrattenimento per i Piccinini

Ampi spazi per i Piccinini ph © Patrizia Grotta

E che tutto questo sia estremamente divertente ce lo testimoniano due frizzanti padroncine di casa: Ludovica e Francesca. Sono loro a raccontarci entusiaste e coinvolgenti – sotto lo sguardo dolce di Caramella e la supervisione di Lisa Cosentino, padrona di casa e responsabile dell’area Kid’s – quante cose si facciano nell’estate di Villa Filippina dedicata ai piccoli. Tanto da farci venire voglia di tornare bambini!

Patrizia Grotta

Autore: Patrizia Grotta

Psicologa e Psicoterapeuta umanista, nonché personal writer con lo pseudonimo di Ljus av Balarm. Unisce psicologia e scrittura creativa nell’ideazione e facilitazione di laboratori psicocreativi di lettura e scrittura. Si occupa anche di biblioterapia.

L’estate di Villa Filippina: cultura, cibo, scienza e intrattenimento per bimbi ultima modifica: 2019-07-23T13:11:00+02:00 da Patrizia Grotta

Commenti

To Top