I PALERMITANI RACCONTANO PALERMO

itPalermo

EVENTI ITINERARI

Le Vie dei Tesori: cinque settimane per riscoprire Palermo

Villa Pottino

Manca l’ultima settimana alla conclusione della manifestazione Le Vie dei Tesori. Edizione, quella di quest’anno, ricca di eventi, luoghi, tour per “viaggiatori curiosi”, esperienze gastronomiche. Le città coinvolte diventano un grande museo diffuso, protagoniste dal venerdì alla domenica. Le Vie dei Tesori: cinque settimane per riscoprire Palermo.

Monastero E Chiesa Di Santa Caterina Dalessandria
Monastero e Chiesa di Santa Caterian d’Alessandria – Ph. Eleonora Di Trapani

Le Vie dei Tesori 2019: le città diventano un grande museo diffuso.

Dal 13 al 29 settembre dieci città sono state protagoniste della prima trance de Le Vie dei Tesori 2019: Acireale, Caltanissetta, Marsala, Messina, Naro, Noto, Sciacca, Sambuca, Siracusa, Trapani. Dal 4 ottobre fino al 3 novembre tocca a Palermo, Catania, Ragusa, Modica e Scicli, diventare un grande museo diffuso. Un festival, un’esperienza, un luogo, una degustazione, un laboratorio, una passeggiata, ma anche un magazine con tutte le notizie, le rubriche e gli appuntamenti della manifestazione. Manca l’ultimo week end e numerosissime sono le fotografie condivise sui social. L’intento è quello di diffondere la bellezza della propria città, sperando che questo possa invogliare chi sbircia nel profilo. Una macchina, quella de Le Vie dei Tesori, ben oliata negli anni che è diventata appuntamento fisso per chi vuole scoprire o riscoprire lo stupore di Palermo.

Tra i luoghi de Le Vie dei Tesori: cinque settimane per riscoprire Palermo.

Centotrenta luoghi, diciotto su prenotazione con scelta di data e orario, esperienze, dai voli alla barca a vela, dalla visita al carcere Ucciardone, già sold out prima dell’inizio della manifestazione, ai Quanat. Cento passeggiate su prenotazione, visite con degustazione (aperitivi e cene fra i Tesori), eventi (concerti e visite teatralizzate), itinerario contemporaneo (cinque atelier d’artista), visite e laboratori per le scuole. Per accedere ai siti di interesse, oltre ai coupon, si può utilizzare la card che permette l’ingresso illimitato in tutti i tesori, esclusi quelli su prenotazione. In passato, per circa due anni, ho fatto parte di questo sistema e non posso dimenticare l’emozione di accogliere i visitatori che ascoltano, con più o meno interesse, pronti a domandare o dare il loro parere su storie o dati tecnici. Oggi, non smetto di girovagare per la mia città, con la consapevolezza che Palermo è sempre stata un museo a cielo aperto.

Chiostro di Benedetto presso l'Abbazia di San Martino delle Scale - Ph.Eleonora Di Trapani Le Vie dei Tesori 2019: quattro settimane per riscoprire Palermo
Chiostro di San Benedetto presso l’Abbazia di San Martino delle Scale – Ph. Eleonora Di Trapani

Scoprire le bellezze

Le numerosissime presenze raggiunte nel terzo weekend del festival, centottantacinque mila ingressi complessivi tra le città coinvolte, fa capire l’enorme successo che riscuote Le Vie dei Tesori. Nel capoluogo siciliano, così come riportato sul magazine ufficiale, i cinquantacinque mila visitatori prediligono la Chiesa e il Monastero di Santa Caterina, il Loggiato San Bartolomeo e il rifugio antiaereo sotto Palazzo delle Aquile. Quasi tutti esauriti i luoghi su prenotazione, grande successo per Villa Pajno. I concerti, le teatralizzazioni e le esperienze hanno riscosso molto successo. Tutto ciò fa ben sperare che il cittadino palermitano acquisisca una maggiore consapevolezza della bellezza dei Tesori della propria terra, oltre gli eventi annuali. Dunque, Le Vie dei Tesori: cinque settimane per riscoprire Palermo.

Le Vie dei Tesori: cinque settimane per riscoprire Palermo ultima modifica: 2019-10-28T07:09:44+01:00 da Eleonora Di Trapani
To Top