EVENTI

Palermo, primo tassello del «Mosaico della Pace»

Mosaicofpeace 5ced4c81a9e8e

Stamane, alle 11, presso il giardino antistante la Zisa, Palermo ha posto i primi tasselli del Mosaico della Pace. Presenti, fra gli altri, il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’ideatore e coordinatore Nino Calogero, Ambasciatore del Rotary NY per la Fratellanza dei Popoli delle Regioni del Mediterraneo, l’ambasciatrice del Libano in Italia Mira Daher, e il General Manager di CostaMed E.E.I.G. Francesco Strafalaci. Davanti una location d’eccezione, quale la Zisa, ha avuto luogo l’inaugurazione dell’installazione Mosaic of Peace. L’intervento artistico è il simbolo di una collaborazione a livello globale per intervenire sulle cause delle migrazioni e per riscrivere la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

Mosaicofpeace

Promuovono l’iniziativa CostaMed, Suggestioni Mediterranee e Associazione Internazionale Magna Grecia, e con il Patrocinio del Comune di Palermo e dell’Unicef. All’inaugurazione è stata presentata anche l’iniziativa “Gilet verdi”, educatori civici volontari che si occuperanno della tutela dell’area verde. Il giardino della Zisa ad angolo fra via Guglielmo il Buono e via Michele Piazza, verrà riqualificato e curato insieme alla creazione dell’installazione artistica del Mosaico.

Giardino Della Zisa

Cos’è il Mosaic Of Peace

Dalla città-centro del Mediterraneo, Palermo, è partita la proposta di costituire un comitato aperto di studio che possa giungere alla formulazione di una proposta di riscrittura della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Sono 1000 le città nel Mondo che vengono coinvolte e invitate a condividere lo stesso spirito di pace e cooperazione. La piattaforma operativa che si intende attivare, simboleggiata dal Mosaic of Peace, sarà indirizzata alla gestione trasparente di progetti umanitari. Questi avranno lo scopo di individuare strategie alternative che affrontino le cause alla radice dei flussi migratori e formando al contempo manager ed operatori che ne seguiranno lo sviluppo.

Mosaicofpeace (2)

Le mille tessere dal mondo di questa cooperazione

Questo percorso di cooperazione di circa tre anni arriva in coincidenza del triennio (2019-2020-2021) di Presidenza dell’Italia al Human Right Council dell’ONU. Vedrà la realizzazione ad intervalli quadrimestrali di eventi culturali, tavoli di lavoro e manifestazioni artistiche. Ogni città coinvolta diventerà una delle 1000 tessere dell’installazione artistica “Mosaic of Peace”, simbolo di un nuovo modello di cooperazione tra i cittadini del mondo. Le prime tre tessere a far parte di questo mosaico sono state tre grandi città bizantine: Palermo, Beirut e Istanbul, rispettivamente la sede ospitante l’installazione, la capitale libanese e la più grande città della Turchia.

Perché Palermo?

Capoluogo siciliano storicamente noto come luogo di incontro di culture diverse, è il punto di riferimento
internazionale per iniziative quali la Carta di Palermo del 2015. La Carta affronta i temi dell’integrazione e della cittadinanza, in cui il concetto principale è quello del diritto alla mobilità internazionale. L’impegno internazionale del suo Sindaco all’interno del comitato esecutivo del Global Parliament of Mayors ha inoltre facilitato la condivisione delle le linee operative del Partenariato Pubblico Privato CostaMed E.E.I.G. che opera tra la Sicilia e Malta e coordina l’intero progetto. Palermo, Capitale Italiana della Cultura nel 2018, è anche la città che nella sua nuova giunta comunale ha istituito l’Assessorato alle Culture (anziché Assessorato alla Cultura). Il giovane Assessore Adham Darawsha, anche lui presente all’evento di stamattina, svolgerà un ruolo importante nello sviluppo del progetto come la più idonea interfaccia per le molteplici municipalità facenti parte del Mosaico.

Daniele Monteleone

Autore: Daniele Monteleone

Direttore di itPalermo – Classe 1992. Scrivo di tutto, quasi da sempre. Molti mi dicono che parlo tantissimo, troppo. Quando sto zitto? Quando c’è lei, la musica: passione irrinunciabile che mi segue ovunque vado, mentre lavoro, mentre vivo. Quando urlo? Sempre, ma soprattutto quando si parla di politica.

Palermo, primo tassello del «Mosaico della Pace» ultima modifica: 2019-05-28T17:13:21+02:00 da Daniele Monteleone

Commenti

To Top