PERSONAGGI

Francesco Paolo Perez: una vita tra politica e letteratura

Francesco Paolo Perez Immagine

Francesco Paolo Perez, scrittore e sindaco di Palermo, moriva il 17 Febbraio 1892. Ma chi era davvero quest’uomo? Per commemorare il nome di questo illustre personaggio ci siamo proposti di offrirvi un resoconto dettagliato della storia di Francesco Paolo Perez. A questo proposito abbiamo voluto proporvi un breve resoconto sulla biografia e le posizioni ideologiche del letterato e politico.

Biografia di Francesco Perez

Francesco Paolo Perez nacque a Palermo il 19 Marzo 1812. Dopo aver aperto una scuola di letteratura privata, nel 1937 Perez si dedicò al giornalismo, scrivendo articoli contro la repressione Borbonica soprattutto nel Giornale di statistica. Ostile alla repressione in Sicilia, si allontana da Palermo e fino al 1859 vive tra Genova, Torino e Firenze. Fa ritorno a Palermo dopo l’impresa Garibaldina, quando gli viene proposto di rivestire una serie di incarichi politici. Dal 1876 al 1878 Francesco Paolo Perez esercitò la funzione di sindaco, a capo di una nuova amministrazione formata da un’alleanza tra regionisti e cattolici. In questi anni, sotto il governo Depretis e Cairoli, esercitò la funzione di Ministro dei Lavori Pubblici e successivamente passò al Ministero della Pubblica Istruzione. Dopo il 1880 si dimise da ogni incarico politico. Francesco Paolo Perez morirà poi a Santa Flavia, in provincia di Palermo.

tredicesima legislatura d'italia

XIII Legislatura del Regno d’Italia. Nel lato destro del manifesto viene proclamato Francesco Perez ministro dei lavori pubblici.

Ideologia e posizioni politiche

Francesco Paolo Perez era profondamente influenzato da idee liberiste. Fin da giovane si dedicò alla lotta anti-borbonica, pubblicando diversi articoli nel Giornale di statistica. Le azioni violente contro i Siciliani di Francesco Saverio Del Carretto, funzionario di polizia borbonica, incrementarono l’ostilità di Francesco verso il regime repressivo. Il sogno di Perez era quello di vedere una Sicilia liberata e un’Italia finalmente unita sotto una forma di governo confederale. I desideri di Perez si trasformarono in realtà quando la Sicilia divenne libera in seguito alla spedizione dei Mille. Anche in seguito alla proclamazione del Regno d’Italia Perez fu enormemente soddisfatto. Tuttavia una cosa non non gli andò a genio. Perez criticava il sistema centralizzato e riteneva che solo un sistema regionale sarebbe andato bene per il nuovo assetto del Regno d’Italia. Il parlamento Italiano, invece, bocciò la richiesta di Perez di conferire autonomia al regno di Sicilia, preferendo un sistema centralizzato.

Giornale liberale inglese del 1800

Giornale di Statistica. In questo giornale Francesco Perez scrisse diversi articoli contro la repressione borbonica.

Conoscere Palermo è importante, conoscere la sua storia altrettanto. Infatti, è tramite essa che acquisiamo consapevolezza della nostra identità come popolo Siciliano. Oggi vi abbiamo voluto informare della vita e l’impegno politico di uno degli uomini più illustri nati nel nostro Capoluogo. Un uomo che, oltre ai vari incarichi politici nazionali e regionali, ha supportato anche la realizzazione finale del Teatro Massimo e la costruzione della ferrovia Palermo-Catania. Nel Febbraio del 1892 si spense questo grande uomo. Il minimo che potevamo fare era ricordarlo, raccontandovi la sua vita tra politica e letteratura.

Francesco Paolo Perez: una vita tra politica e letteratura ultima modifica: 2019-02-19T17:16:44+01:00 da Mauro Saitta

Commenti

To Top