FESTE E SAGRE TRADIZIONI

La festa dei morti, fra tradizione e influenze pagane: gli eventi a Palermo

Festa dei morti

Palermo celebra la festa dei morti. Una ricorrenza molto sentita nel capoluogo siciliano, che nel corso dei secoli ha sviluppato tradizioni locali di ogni genere, unitesi negli ultimi anni alle cosiddette americanate. Bambini e adulti, infatti, in questo periodo dell’anno si dilettano tra riti pagani e religiosi. E anche in Sicilia non mancano gli eventi a tema.

La festa dei morti

La commemorazione dei defunti è una ricorrenza che risale al X secolo. Il giorno segnato in rosso nel calendario è quello del 2 novembre, data in cui vengono ricordati i morti. La tradizione, infatti, narra che nella notte tra l’uno e il due novembre coloro che sono passati a miglior vita vengano a trovare i propri cari, portando alcuni doni ai bambini. L’unico requisito è che questi ultimi si siano comportati bene durante l’anno e che abbiano rivolto un pensiero ai defunti. In caso contrario, i morti verranno a grattugiare loro i piedi.

I bambini, a tal proposito, al fine di ingraziarsi i defunti, recitano prima di addormentarsi: “Armi santi, armi santi / Iu sugnu unu e vuatri siti tanti / Mentri sugnu ‘ntra munnu di guai / Cosi di Morti mittitiminni assai” (Anime sante, anime sante / io sono uno e voi siete tanti / mentre io sono in questo mondo di guai / regali dei morti mettetemene tanti).

Cross 1011057 1280
Foto di edaly da Pixabay 

…e l’influenza pagana di Halloween

La festa dei morti, negli anni, si è inevitabilmente legata a quella di Halloween. Una ricorrenza divenuta celebre in Italia per le influenze provenienti dall’America, ma che in realtà ha origini ben diverse. La festa di Halloween, infatti, nasce in Irlanda e corrispondeva in origine al capodanno celtico, chiamato Samhain. In quell’occasione la comunità, composta prevalentemente da pastori, ringraziava gli Dei per la loro generosità e pregava loro affinché l’inverno non fosse troppo duro. La morte era il tema principale della festa, in sintonia con l’arrivo della stagione triste. Inoltre, i celti credevano che in quell’ultimo giorno dell’anno Samhain chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti e che questi ultimi si riunissero per una notte al mondo dei viventi. E così, la comunità, al fine di spaventare gli spiriti dei defunti, si travestiva con pelli di animali e maschere grottesche.

31 ottobre: divertimento

Dopo essere approdata negli Stati Uniti, la festa di Halloween ha perso ogni valenza religiosa. La passione per il travestimento, ormai, coinvolge giovani e meno giovani. La parola d’ordine, il 31 ottobre, è divertimento. E grazie alle influenze del cinema americano, anche l’Europa è stata contagiata. Tanto che, stanotte, in molti busseranno alle porte domandando: “dolcetto o scherzetto?”

Travestimenti nella festa dei morti
Foto di Pexels da Pixabay

Gli eventi in programma a Palermo

Anche Palermo, in questi giorni, si è vestita a festa. Tanti gli eventi organizzati in vista della commemorazione dei defunti. Fiere, convegni, mostre e non solo. Alla Fiera del Mediterraneo e a Piazzale Giotto sono apparse le consuete fiere dei morti, con giostre e bancarelle. Anche il centro storico sarà intriso di festeggiamenti, con la sesta edizione di “La Notte di Zucchero Pupi e Grattugie“, un evento ideato da Giusi Cataldo e sostenuto dall’assessorato alla Cultura della Città di Palermo, in collaborazione con la Città Metropolitana e la Fondazione Sant’Elia, che unisce la tradizione alle tendenze contemporanee.

Villa Filippina in maschera

Dal 31 ottobre al 2 novembre a Villa Filippina, invece, è stata allestita la seconda edizione della Fiera “Armi Santi”, organizzata dall’Associazione Artigianando e l’Associazione Urania, in collaborazione con QpMedia&Pubbliche Relazioni. Al suo interno diverse aree espositive sia per adulti, che per i più piccoli, e una grande area food&drinks. Presente anche un’inedita zona dedicata al cosplay. Tra gli ospiti, ci sarà la scrittrice Gabriella Bertolino, che ha pubblicato da pochi giorni il suo secondo libro “Litania Lugubre”, ambientato proprio durante lo Samhain.

Spettacolo di storia al Teatro Ditirammu

Al Teatro Ditirammu, infine, torna, venerdì e sabato, “Noci, nucidde e pupaccena di Daniele Billitteri ed Elisa Parrinello. Uno spettacolo che racconta Palermo dal punto di vista di due generazioni, attraverso storie e leggende ispirate alla festa dei morti.

La festa dei morti, fra tradizione e influenze pagane: gli eventi a Palermo ultima modifica: 2019-10-31T13:15:46+01:00 da Chiara Ferrara

Commenti

To Top