ARTE CULTURA EVENTI

Ferdinando Scianna: viaggio, racconto e memoria

Ferdinando Scianna: viaggio, racconto e memoria

La Galleria d’Arte Moderna (GAM)ospita in questi giorni una delle mostre fotografiche più coinvolgenti per il pubblico palermitano e non. Dedicata ad uno dei fotografi più apprezzati a livello internazionale, quella su Ferdinando Scianna è una mostra tra viaggio, racconto e memoria. È lo stesso artista che narra in prima persona delle sue esperienze. Inaugurata lo scorso 21 Febbraio, l’esposizione terminerà il 28 Luglio 2019.

Maestro d'Acqua - Sicilia

Maestro d’Acqua, Italia (1964)

La nascita di un fotografo

Ferdinando Scianna nasce nel 1943 a Bagheria e, giovanissimo, inizia a fotografare la Sicilia, come sostiene egli stesso, perché “era là” o forse per capire cosa volesse dire essere siciliano. Una domanda ossessiva questa che risuona maggiormente quando si parte dalla propria terra, quando la si ricorda, quando si torna e quando la nostalgia prende il sopravvento. Si cerca di dimenticare l’Isola ma lo sguardo sul mondo sarà sempre quello da siciliano. Scianna lavora con l’editore Enzo Sellerio e con lo scrittore Leonardo Sciascia. Fotoreporter per numerose testate giornalistiche, dal 1982 fa parte dell’agenzia Magnum Photos. Successivamente, cura un catalogo di moda per gli stilisti Dolce e Gabbana inserendo nel contesto siciliano la modella Marpessa, a cui è dedicata una sezione della mostra.

Foto per Dolce & Gabbana

Marpessa, Caltagirone (1987) – Ph. Eleonora Di Trapani

La mostra

Alla GAM sono esposte all’incirca 200 fotografie in bianco e nero, di diverso formato, che rivelano una carriera nata negli anni Sessanta nella amata e odiata Bagheria. Vediamo con gli occhi di Scianna, le tradizioni, i luoghi, la cultura e i volti impressi sulla pellicola in oltre cinquant’anni di lavoro. Durante questo percorso si comprende il processo creativo del fotografo: il mondo è là, i luoghi non vengono cercati ma incontrati vivendo e per questo fotografati. L’impatto visivo è notevole: nella prima sala, un enorme striscione serpeggiante, incuriosisce il visitatore. Alle pareti la sua e anche la nostra Sicilia: feste religiose, natura, mare, occhi. Si rischia di perdersi in quelle immagini che riproducono un mondo così familiare ma allo stesso tempo oggi lontano. Sono narrate alcune tappe fondamentali della vita di Ferdinando Scianna, una mostra tra viaggio, racconto e memoria dell’artista, come il momento della sua nascita.

Storie di Sicilia di FS

Striscione con immagini e testi della vita di Ferdinando Scianna – Ph. Eleonora Di Trapani

Una ricerca costante

Si intraprende un percorso, tra i luoghi e gli attimi colti, suddiviso in sezioni (memoria, racconto, ossessioni, viaggio, ritratti, riti e miti). Le località tanto desiderate. New York e la felicità nel cogliere le contraddizioni e lo splendore di quella città, che Scianna definisce mondo. Lourdes, itinerario scelto in memoria della nonna, Spagna, Etiopia, Egitto, Bolivia. E poi: gli animali, con cui nel dopoguerra si soleva condividere le abitazioni, gli specchi, le ombre, le donne, i bambini, la disperazione e la povertà. Una ricerca costante nell’identificare il senso e le emozioni all’interno del caos della vita, un’ossessione che gli risulta necessaria. I volti delle persone comuni, avvolte dalla loro quotidianità, o dei personaggi più noti e a lui legati, come Henri Cartier-Bresson, Ignazio Buttitta, Leonardo Sciascia, Jorge Louis Borges. Questo è l’effetto Ferdinando Scianna, una mostra tra viaggio, racconto e memoria che non può lasciare indifferenti.

Fotografie dedicate ai bambini

Settore dedicato ai bambini, Galleria d’Arte Moderna PA – Ph. Eleonora Di Trapani

Contest

Infine, in occasione della mostra è stato lanciato un concorso fotografico per affrontare le stesse tematiche del “Viaggio, Racconto, Memoria”, vissute dal fotografo siciliano. La giuria è composta dallo stesso Ferdinando Scianna, dal giornalista Denis Curti e Paola Bergna. I destinatari sono fotografi professionisti e amatori; termine per inviare il proprio scatto è l’ultimo giorno della mostra. Un’opportunità da non farsi sfuggire.

Ferdinando Scianna: viaggio, racconto e memoria ultima modifica: 2019-03-20T14:32:13+01:00 da Eleonora Di Trapani

Commenti

To Top